Potere delle immagini: vieni a me!

Potere delle immagini: vieni a me!

Che tu sia un libero professionista, un handmaker, un creativo o il responsabile di un’azienda c’è una cosa che devi avere sempre a mente: il potere delle immagini! Soprattutto se – finalmente – hai deciso di stare sul web in maniera efficace e produttiva. Ma come si fa? Continua a leggere per scoprire qualche piccolo trucco che funziona sempre…

Siamo oramai nell’era delle immagini: ogni giorno fruiamo di milioni di immagini, statiche o in movimento: foto, emoticon, gif, video, cartelloni pubblicitari, serie tv… la maggior parte del nostro tempo comunichiamo con immagini, in privato e in pubblico.
Ma quando si tratta di comunicare un prodotto o un servizio in modo efficace dobbiamo fare uno sforzo ulteriore, per fare in modo che dal marasma di pixel colorati, proprio il nostro prodotto “buchi lo schermo” e rimanga impresso nella mente di chi guarda, ovvero di un nostro potenziale cliente.

Certo, sembra facile, ma come si fa?

Prima di tutto bisogna distinguere il contenuto dell’immagine dalla qualità, l’appropriatezza del formato che scegliamo di utilizzare per ciascun canale. Cosa vuol dire?

Contenuto

Se dobbiamo fare delle foto ai nostri prodotti per venderli su un e-commerce, ad esempio, l’utente si aspetterà un certo tipo di approccio: tendenzialmente il soggetto al centro, sfondo neutro (spesso bianco) e lo stesso prodotto preso da più angolazioni possibili, perché prima di acquistare voglio sapere esattamente com’è fatto l’oggetto che mi arriverà a casa.

Ma se ho deciso di presentare gli stessi prodotti su un profilo social, è tutta un’altra cosa… Delle immagini anonime, con sfondo bianco, non susciteranno nessuna attenzione nello scrolling compulsivo della bacheca dei nostri potenziali clienti. Serviranno piuttosto contenuti originali, che suscitino un’emozione forte, l’emozione che vogliamo legare a doppio filo al nostro valore aziendale.

Ad esempio se il nostro brand è “giovane e divertente“, possiamo usare la leva dell’ironia; al contrario se è “dolce e romantico” possiamo puntare sulla tenerezza e far scendere qualche lacrimuccia; oppure se il nostro brand è “coraggio e avventura” puntiamo sull’adrenalina a mille; e se siamo “unici e fatti a mano” puntiamo sul lavoro che c’è dietro, l’attenzione ai dettagli, l’amore nelle nostre mani… È un po’ più chiaro ora?

chari-uomo
Mantella Uomo Chari
Chari-donna
Mantella Donna Chari

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualità del formato

Ok, ora che abbiamo deciso cosa “rappresentare” c’è da capire come farlo.
Ogni canale ha le sue regole e le sue dimensioni. È importante non arrivare impreparati.
Se devi scegliere le immagini per il tuo sito o il tuo blog, ricordati di usare delle dimensioni corrette (in termini di pixel) ma non troppo pesanti (al livello di byte) : se scegliamo delle immagini enormi per evitare che sembrino “sgranate”, rischiano di essere più difficili da caricare, soprattutto con connessioni più lente, da smartphone e mobile. In questi casi Google può addirittura penalizzare il nostro sito, mettendolo infondo alla ricerca, e rendendoci praticamente invisibili.

Stessa cosa per l’e-commerce. Se hai un negozio online personale, puoi chiedere al tuo webmaster le misure ideali per le immagini. Se invece vendi i tuoi prodotti su marketplace come Amazon, Etsy, Ebay, ALittleMarket o simili, puoi chiedere agli amministratori i parametri corretti. Se hai dei dubbi puoi sempre rivolgerti a un professionista.

Altro discorso è se parliamo di social network: in questo caso ognuno ha le sue dimensioni, e all’interno di ciascuno, ogni tipo di pubblicazione può avere dimensioni differenti. Per esempio su Facebook l’immagine per un post è quadrata, il video è sempre orizzontale in 16:9 mentre l’immagine di copertina o l’immagine per una sponsorizzata sono rettangolari con misure ancora differenti.

Ok, ma se non mi vengono idee?

Niente paura, ecco alcuni spunti per alimentare la tua creatività e poter raccontare la tua storia usando delle meravigliose immagini:

  1. Il tuo spazio di lavoro

    Lo spazio dove vivi, il tuo laboratorio, il tuo ufficio: qualsiasi sia il tuo spazio di lavoro, aiuterà a raccontare l’identità dei tuoi prodotti e il valore aziendale. Non importa se non hai un mega loft arredato solo con oggetti di design, i tuoi clienti sono curiosi di sapere chi sei tu. Uno scaffale con i libri, una mensola con le foto, se c’è una piantina o ci sono dei fiori, la frase incorniciata che ti da la carica ogni giorno, la tua tazza di caffè… Fai tante foto da diverse angolazioni, sperimenta, divertiti e poi scegli le migliori.

    apulia-workspace
    Apulia Design
  2. La tua ispirazione

    Musa, ispirami! Chi è la tua musa? Cosa ti fa venire nuove idee? Come organizzi o pianifichi le tue attività? Una palette di colori che ti piace, un materiale particolare che ti stuzzica, un oggetto, un’idea, una lavagna con degli appunti per i progetti che verranno. Racconta ai tuoi clienti da dove vengono le tue idee migliori!

  3. I tuoi strumenti

    workChariChe tu sia un creativo, un artigiano o un produttore di sottaceti, avrai sicuramente una cassetta degli attrezzi del mestiere. Falla vedere! Come si usa quel macchinario? A cosa serve quello scalpellino? Ma quante matasse hai? E quel software? Che meraviglia!
    Le persone sono curiose: non smettere mai di alimentare la fantasia e la curiosità dei tuoi clienti. E se una foto non basta, fai un piccolo video… Non vediamo l’ora di vederlo!

  4. Il tuo packaging

    packaging
    Photo by Tillie Vanille su Etsy

    Hai finito di creare, ora devi impacchettare e spedire… bene, facci vedere come lo fai! Nel packaging possono passare tanti valori aziendali, la cosiddetta “brand identity“. La grafica del tuo logo, i colori e le forme del tuo pacchetto, il tipo di carta / cartone /plastica /tessuto che scegli di usare: tutti questi elementi raccontano di te, delle tue scelte, del rispetto dell’ambiente, dei tuoi valori, del tuo carattere.
    Tutti ottimi elementi per creare una bella narrazione della tua impresa e aggiungere valore ai tuoi prodotti.

  5. Te stesso

    Apulia
    Apulia Design

    In ultimo, ma non meno importante, ogni tanto fatti vedere. Se sei il creatore, i tuoi clienti vorranno sapere come sei fatto: mettici la faccia, la gente sarà più propensa a fidarsi di te. Se hai un aiutante, umano o animale, presentacelo! Se hai un team, presentaceli, uno per uno, perchè ognuno avrà una storia e un sorriso da raccontare, che aggiungerà ulteriore valore a quello che stai vendendo. Non vergognarti. E se proprio non ti piacciono i selfie, fatti fare qualche foto da un amico mentre lavori, magari di nascosto, così da sembrare più naturale possibile.

Dubbi? Perplessità? Non esitare a chiederci un consiglio. Contattaci subito, saremo felici di aiutarti!

Lascia un commento

Commenti

Questo articolo è stato scritto da

Close