Post su Facebook, 10 errori da non fare

Post su Facebook, 10 errori da non fare

Coinvolgere i tuoi fan e convincerli a condividere i tuoi post su Facebook può essere difficile, soprattutto se non disponi di un grande seguito. Delle linee guida per creare dei post di successo, ne parlo nell’articolo “10 consigli per ottenere il massimo dai tuoi post Facebook“, in questo articolo invece, vorrei concentrarmi su quelli che sono gli errori da non fare. Ecco raccolti in 10 punti, i motivi principali per cui i tuoi post di Facebook non vengono condivisi.

1. Il contenuto è noioso.

Se le persone non trovano interessante quello che scrivi, non lo condivideranno. L’algoritmo di Facebook determina ciò che le persone vedono sui loro profili, in base alle pagine che seguono. I post con alto engagement (= coinvolgimento, ovvero, like, condivisioni, commenti) saranno mostrati “più in alto” di altri e nella home di più utenti. Un contenuto interessante genera engagement, un engagement alto porta a più visualizzazioni, più visualizzazioni portano a maggiori condivisioni.

2. Troppo schierato (senza motivo).

Perché un post sia condiviso da chi lo legge bisogna far si che piaccia, che ispiri o che metta d’accordo molte persone. Ecco perché, a meno che tu non ti occupi di politica o di sport, dovresti evitare dei contenuti troppo schierati. Infatti, anche se in generale un contenuto schierato da adito a molti commenti, spesso le condivisioni e “mi piace” (o altre azioni) risulteranno relativamente pochi. E questo non è un bene. Infatti anche se i commenti hanno un peso nell’aumentare la visibilità del post, si tratta di un peso molto meno rilevante di un “mi piace” o di una condivisione. Pensa sempre che un contenuto “condivisibile” è un contenuto che altri avrebbero voluto scrivere e che quindi spinge inevitabilmente chi lo legge a premere il pulsante “condividi”.

3. Ma hai visto che ore sono?

Non è da escludere che uno scarso engagement sia determinato anche dall’orario in cui si pubblica il post. Ora, se è norma di buon senso che un post pubblicato alle 2 del mattino non avrà un grande engagement, per tutti gli orari diurni esiste un ragionamento da fare che benché banale non sempre viene preso in considerazione: bisogna pubblicare nel momento in cui le persone possono leggere. In genere si calcola che il massimo engagement si ottenga tra le 8 e le 9 del mattino e 5 e le 8 pomeriggio. Pubblicare durante la metà della giornata, quando le persone sono occupate con il lavoro o la scuola significa che il tuo contenuto andrà a finire molto in basso nella loro home. Consulta lo strumento Insight della tua pagina Facebook, ti dirà i momenti della giornata in cui i tuoi fan sono più spesso su Facebook.

4. Pubblichi troppo spesso.

Pubblicare frequentemente è una buona cosa quando si tratta di tenere attiva la pagina con uno o più messaggi al giorno. La pubblicazione regolare mostra a Facebook che ti stai impegnando per mantenere una buon presenza e un dialogo attivo con i tu0i fan; questo senz’altro aiuterà tuoi post a raggiungere più persone. Attento a non esagerare pero’: se pubblichi più di 7 post al giorno ti aspetti di ottenere un sacco di engagement probabilmente avrai una brutta sorpresa. L’algoritmo di Facebook infatti filtrerà la maggior parte dei tuoi post che saranno così ignorati dai più.

5. Post troppo di nicchia.

Non è detto che qualcosa di interessante o importante per te lo sia anche per il tuo pubblico. Ad esempio, le persone che seguono la pagina ufficiale di Apple su Facebook possono condividere il post su quando uscirà il nuovo iPhone 7 ma possono tranquillamente sorvolare sul fatto che lo spessore del telefono sarà di 7,1 mm. Un piccolo numero di appassionati potrebbe condividere questo dato, ma la maggior parte delle persone semplicemente non è abbastanza interessata per condividere questa informazione.

6. Stai sbagliando target.

Questo accade quando si non si usano correttamente (o peggio, non si tengono in alcuna considerazione) i dati demografici e gli interessi del nostro pubblico di riferimento. Le persone che più seguono la tua pagina e creano engagement sui tuoi post hanno la priorità. Adattare il tuo modo di comunicare al target di pubblico che più interagisce con i tuoi post è la chiave per ottenere più condivisioni.

7. I tuoi fan sono troppo pochi.

Anche i post più interessanti hanno bisogno di un minimo di attenzione prima di diventare virali. Se la tua pagina ha pochissimi fan, è improbabile che i tuoi post raggiungano un vasto pubblico. Pensa a come aumentare il numero di “Mi piace” sulla pagina.

8. I tuoi post su Facebook sono troppo simili tra loro.

Facebook non è la tv, quando le persone vedono la stessa cosa più e più volte, si annoiano. Quindi, anche se i post non sono identici, ma simili abbastanza da far pensare ai tuoi fan “questo l’ho già letto…” dovrai ingegnarti per trasformare la stessa comunicazione in qualcosa di diverso. Varia i tu0i post “simili” con foto, video, link e infografiche, è l’unica speranza che hai di continuare ad avere condivisioni.

9. Non è il giorno giusto.

Proprio come la pubblicazione nell’ora sbagliata del giorno, la pubblicazione nei giorni sbagliati può influire sul numero di condivisioni dei tuoi post. Le persone infatti non trascorrono la stessa quantità di tempo ogni giorno su Facebook. Ad esempio tuoi fan potrebbero essere poco attivi il Lunedì ma molto attivi il Mercoledì, il Venerdì, e Sabato. Studia gli Insight della tua pagina per scoprire quali sono i tuoi giorni migliori.

10. È già stato pubblicato.

Se si sta ri-pubblicando un vecchio post (che quindi ha già avuto la sua “storia”), è probabile che questo post non venga considerato da molti. Chi vorrebbe essere la persona che condivide qualcosa che già sanno tutti?

Come vedi, pubblicare un post di successo è insieme un’arte e una scienza! Ci vuole una buona capacità di interpretazione dei dati, una buona dose di creatività e la strategia giusta!

E tu cosa ne pensi? Anche a te è capitato di fare qualcuno di questi errori? Vuoi raccontarci la tua esperienza? Lascia un commento qua sotto!

fonte:http://maximizesocialbusiness.com/10-reasons-your-facebook-posts-arent-getting-shared-22952/

Lascia un commento

Commenti

Questo articolo è stato scritto da

Close